Stabat

Stabat

Stabat

 musiche di M.A.Charpentier, Le Sieur de Machy, Le Sieur de Saint-Colombe, Domenico Scarlatti, Philippe Hersant

L’HOMME ARME’

direttore

Fabio Lombardo

con la partecipazione di

Christophe Coin

viola da gamba e violoncello barocco

Il progetto propone l’accostamento di musiche italiane e francesi di rara esecuzione, principalmente incentrate sul famoso testo di Jacopone da Todi. Tre letture differenti, ma in qualche modo imparentate, specialmente quelle di Scarlatti ed Hersant, il quale cita espressamente alcuni passi del brano di Scarlatti all’interno di un percorso compositivo quanto mai singolare ed affascinante.

Se del Sieur de Machy non si sa quasi nulla (al di fuori del fatto che visse nella seconda metà del ‘600 e fu suonatore di viola da gamba alla corte di Luigi XIV) e poco sappiamo anche del Sieur de Siant-Colombe (nonostante sia stato celebrato in tempi recenti nel film “Tous les matins du monde”), sappiamo di più di Marc-Antoine Charpentier (tra l’altro allievo di Giacomo Carissimi a Roma) e di Domenico Scarlatti, uno dei tanti emigrati italiani. Di Philippe Hersant (compositore francese vivente, che ha dedicato particolare attenzione alla musica vocale, scrivendo tra l’altro varie composizioni per voci e viola da gamba) viene eseguito, oltre allo Stabat mater anche un bellissimo brano per viola da gamba.

Nella presentazione di un programma di musiche italo-francesi non è marginale che l’esecuzione sia affidata ad un ensemble italiano con la partecipazione straordinaria di un grande musicista francese quale Christophe Coin.