‘Grida’ e intonazioni

/ Home / Projects / ‘Grida’ e intonazioni

 

‘Grida’ e intonazioni

 (Janequin, Vecchi, Berio)

Clement Janequin                            Le chant de l’Alouette

(1485ca – 1558)

Maestro Piero                         Con dolce brama

(sec. XIV)

Clement Janequin                            La bataille de Marignan

Francesco Landini                            Chosi pensoso

(1335ca – 1397)

Clement Janequin                            Le chant des oiseaux

* * *

Luciano Berio                         Cries of London

(1925 – 2003)

* * *

Orazio Vecchi                         Le Veglie di Siena (selezione dalla “Prima veglia”)

(1550 – 1605)

l’Homme Armé

direttore, Fabio Lombardo

E s’alcuno dicesse ch’è differente il musico dal poeta, t’inganna che canto è poesia, la musica quanto l’istessa poesia, non suonando altro questa voce Poesis che imitatione.” (O. Vecchi, dalla prefazione alle “Veglie di Siena”)

Si potrebbe dire che il concetto di ‘imitatione’ è il filo conduttore di questo programma che spazia attraverso musiche appartenenti a secoli lontani. Certo imitazione intesa in modi diversi: imitazione degli uccelli, del suono degli strumenti, del clangore della battaglia; imitazione delle grida e delle inflessioni di un venditore ambulante, come di quelle di un siciliano innamorato o di un tedesco che cerca di parlare italiano; e ancora, imitazione di stili musicali. L’attenzione si concentra alternativamente sul suono – anche in un senso onomatopeico – o sul senso, riproducendo la ‘musica’ insita nell’oggetto dell’imitazione, spostando l’attenzione sul pensiero musicale e la sua organizzazione. In questa prospettiva si sviluppa una ricerca continua che ha trovato nella vocalità un terreno particolarmente fertile, e che, sostenuta da “inventioni c’hanno qualche ingegnosa novità” ha dato, e continua a dare, risultati sorprendenti, che ritroviamo anche nella musica e nel pensiero di Luciano Berio:

Abbandonando l’articolazione puramente sillabica di un testo, la musica vocale può intervenire sulla totalità delle sue configurazioni, compresa quella fonetica e quella – sempre presente – dei gesti vocali. Può essere utile al compositore ricordare che il suono della voce umana è sempre una citazione, è sempre un gesto. La voce, qualsiasi cosa faccia, anche il più semplice rumore, è inevitabilmente significante: accende associazioni e porta sempre in sé un modello, naturale o culturale che sia.” (L. Berio, Un ricordo al futuro)

organico: 8 voci, cembalo, liuto/chitarrone, viola da gamba, direttore

Su questo sito Web utilizziamo i cookie, ossia memorizzano piccoli file sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.