FloReMus Festival

Home / FloReMus / FloReMus Festival

FloReMus 2019


dal 27 agosto al 12 settembre 

La terza edizione avrà un focus legato a tre importanti o particolari ricorrenze: 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, ma anche dalla nascita di Cosimo I, primo Granduca di Toscana, e di Caterina de’ Medici, diventata regina di Francia come moglie di Enrico II. Il calendario degli appuntamenti, che abbraccio un arco di tempo più ampio di quello delle precedenti edizioni, sarà articolato in diversi momenti e in luoghi con differenti caratteristiche:

  • concerti serali: affidati ad interpreti di livello internazionale, e collocati in luoghi di straordinario interesse culturale;
  • concerts à boire: affidati a giovani gruppi e singoli musicisti emergenti, e collocati, in orario da aperitivo, in contesti più informali e anche conviviali;
  • conversazioni: incontri su temi legati al periodo storico, affidati ad esperti del settore che li affronteranno con un taglio da alta divulgazione;
  • laboratori: un momento didattico divulgativo rivolto anche a chi sa pochissimo del Rinascimento a Firenze;
  • corso internazionale: interamente dedicato al repertorio rinascimentale, oggi il meno studiato anche nei tanti corsi di musica antica che sono nati nei Conservatori italiani. Il corso, realizzato in collaborazione con la Scuola di Musica di Fiesole, sarà rivolto sia ad appassionati e amatori, sia a giovani musicisti di livello avanzato e sarà articolato in tre diversi atelier: il primo per ensembles già costituiti (30/8-1/9, il secondo dedicato al madrigale e alla chanson (5-8/9) e il terzo dedicato al repertorio carnascialesco fiorentino (5-8/9). Maggiori informazioni qui.

Concerti serali

2 settembre, ore 21,15, Biblioteca di Michelozzo, Museo di S.Marco (Piazza San Marco, Firenze)
Firenze circa 1350
Musica al tempo dello sbocciare dell’Umanesimo
Ensemble Sollazzo
diretto da Anna Danilevskaia (Basilea, Svizzera)
Musiche di Paolo, Donato, Giovanni e Lorenzo da Firenze, Francesco Landini
Tra il 1350 e il 1400, la città di Firenze fu l’epicentro di una fioritura culturale che ha influenzato la cultura italiana fino ad oggi: l’architettura e le arti stavano subendo un cambio estetico, il dialetto toscano fu elevato a un linguaggio letterario da poeti come Dante, Petrarca e Boccaccio, e la popolazione di Firenze divenne eccezionalmente colta e ben educata.

3 settembre, ore 21,15, Biblioteca di Michelozzo, Museo di S.Marco
“Il giardino del liuto”
musiche per quattro liuti
European Lute Quartet (S.Richter, J.M.Poirier, T.Meunier, G.L.Lastraioli)
Musiche di N. Vallet – R. Ballard – G. Pacoloni  e anonimi vari del XVI secolo
Lo splendore e l’estro del repertorio per il liuto, che era  strumento più popolare del Rinascimento, affidato a quattro virtuosi europei.

Mercoledì 4 settembre, ore 21.15, Basilica di San Miniato al Monte (via delle Porte Sante 4)
L’Homme Armé diretto da Fabio Lombardo. Voce recitante Pietro Bartolini

Una Passione per il Popolo
La Passione secondo Matteo di Francesco Corteccia, il musico del Granduca Cosimo I
Musiche di Francesco Corteccia
A cavallo tra gli anni Venti e Trenta del XVI secolo, il giovane musicista mediceo compone due passioni. In questo concerto viene presentata la passione secondo Matteo, a tutt’oggi ancora inedita, un esempio del particolare stile fiorentino che si andava sviluppando in quegli anni parallelamente all’invenzione del madrigale. Corteccia diventerà il musico prediletto del Granduca Cosimo I e viene ancora oggi considerato uno dei migliori testimoni della musica del Rinascimento fiorentino.

Venerdì 6 settembre, ore 21.15, Auditorium di S. Apollonia, Via S. Gallo 25
Ensemble Doulce Mémoire diretto da Denis Raisin Dadre (Francia)

Musiche per il regno di Francesco I di Valois
Musiche per la Chambre du Roi
Un concerto che ricrea il fascino della vita di tutti i giorni alla corte di Francia nel XVI secolo attraverso il repertorio musicale  della Camera del Re. Appassionato di feste, balli e spettacoli, Francesco I sarà circondato dai migliori cantanti e strumentisti di Francia per rendere la vita di corte piacevole e rinvigorita, ma anche per partecipare alla sua politica di prestigio. Niente di meglio di uno dei migliori e più longevi gruppi specializzati (Denis Raisin Dadre fondò l’Ensemble Doulce Mémoire nel 1989) per ridare vita a questo singolare repertorio.

BIGLIETTI: nei luoghi dei concerti un’ora prima dello spettacolo per i concerti serali del 2, 3 e 6 settembre (biglietto intero euro 18, ridotto euro 12). I biglietti prenotati, data la capienza limitata degli spazi, vanno ritirati 30 minuti prima dell’inizio dei concerti.

Il concerto di martedì 4 a San Miniato al Monte è a ingresso libero.

Informazioni e prenotazioni: tel. 055 580996/3396757446 informazioni@hommearme.it
Oppure direttamente nella sezione EVENTI  sulla HOME PAGE di questo sito.

 

Conversazioni
Le conversazioni, dedicate a temi interdisciplinari connessi alla musica del Rinascimento e in particolare ai soggetti dei concerti serali, saranno rivolti al pubblico degli appassionati e affidati ad esperti del settore, scelti per particolare esperienza e attitudine nella divulgazione di alto livello. Ad eccezione della prima, si svolgeranno nella Sala Aleramo della Biblioteca delle Oblate (via dell’Oriuolo 24), importante luogo culturale nel centro storico di Firenze. Tutte le conversazioni saranno a ingresso libero.

Domenica 1 settembre, ore 17, Palazzo Medici Riccardi, Via Cavour 3, Firenze (Sala Luca Giordano)
La “danza cosmica” di Caterina de’ Medici
Committenza coreografica sull’asse Firenze Parigi
con Gloria Giordano

in collaborazione con MUS.E, Città Metropolitana di Firenze, Palazzo Medici Riccardi in occasione delle celebrazioni per il Cinquecentenario di Cosimo e Caterina De’ Medici

Venerdì 6 settembre, ore 18.30, Istituto Francese di Firenze, Piazza Ognissanti
Musiche alla corte di Francesco I, re di Francia
con Denis Raisin Dadre, fondatore dell’Ensemble Doulce Mémoire)

Sabato 7 settembre, ore 18.30, Biblioteca delle Oblate, Firenze
Leonardo da Vinci e il ritratto di Josquin Desprez
con Walter Testolin

Martedì 10 settembre, ore 18.30, Biblioteca delle Oblate, Firenze
Simonetta e le altre: le donne nella festa fiorentina del Quattrocento
con Paola Ventrone

Tutte le conversazioni sono a ingresso libero.

Concerts à boire e Concerti finali dei corsi
Questi concerti, di breve durata, si svolgeranno durante tutto l’arco del Festival nel tardo pomeriggio, in vari luoghi della città, con particolare attenzione ai luoghi di aggregazione giovanile, purché dotati di adeguate condizioni acustica al tipo di musica che verrà eseguiti. Saranno affidati a giovani gruppi vocali o strumentali che si saranno segnalati durante le varie attività didattiche organizzate da L’Homme Armé, contribuendo a far conoscere e a stimolare i giovani esecutori di musica antica.
Tutti i concerts à boire saranno a ingresso libero.

Martedì 27 agosto, ore 19,30, Le Murate. Progetti Arte Contemporanea, Firenze
Stranarmoniae, dir. R.Bertini
musiche di Monteverdi

Venerdì 30, ore 18,30, Caffè del Verone
Marco Saccardin, voce e liuto
musiche di Josquin, Cara, Tromboncino

Domenica 1 settembre, ore 18.30
Palazzo Medici Riccardi, Firenze
PRIMO Concerto
del III corso internazionale di musica rinascimentale
allievi dei corsi e docenti de L’Homme Armé
in collaborazione con MUS.E, Città Metropolitana di Firenze, Palazzo Medici Riccardi in occasione delle celebrazioni per il Cinquecentenario di Cosimo e Caterina De’ Medici

Domenica 8 settembre, ore 18.30
Palazzo Medici Riccardi, Firenze
SECONDO Concerto
del III corso internazionale di musica rinascimentale
allievi dei corsi e docenti de L’Homme Armé
in collaborazione con MUS.E, Città Metropolitana di Firenze, Palazzo Medici Riccardi in occasione delle celebrazioni per il Cinquecentenario di Cosimo e Caterina De’ Medici

Martedì 10 settembre, ore 19,30, Altana della Biblioteca delle Oblate, Firenze
Lunaensemble, dir. L. Bonci
musiche di Monteverdi

Venerdì 11 settembre, ore 19,30,  Le Murate. Progetti Arte Contemporanea, Firenze
Consorzio delle viole della Scuola di Musica di Fiesole
musiche di J. Dowland, J. Jenkins, G. Coperario, T. Lupo, T. Morley

Tutti i Concerts à boire sono a ingresso libero.

Un laboratorio sul Rinascimento musicale
All’interno del Festival verrà prodotto un Incontro-laboratorio dal titolo “Quant’è bella giovinezza. Musica e storie del Rinascimento fiorentino”. Il progetto sarà espressamente rivolto a persone che sanno poco o nulla dell’arte, della cultura e della musica di questo periodo, e avrà l’obiettivo di stimolare lo sviluppo di una minima conoscenza sui tesori artistico-musicali della città, sia attraverso delle narrazioni sia attraverso attività pratiche musicali e poetiche. Il laboratorio verrà replicato più volte tra il 26 agosto e il 13 settembre in vari luoghi di ritrovo socio-culturale del Comune di Firenze, con particolare attenzione al circuito delle Biblioteche Comunali, in particolare quelle più periferiche.

28 agosto, ore 21, Circolo ARCI Il Progresso
9 settembre, ore 17, Biblioteca Buonarroti
11 settembre, ore 17, Biblioteca Mario Luzi
12 settembre, ore 18, BiblioteCaNova Isolotto

In collaborazione con:
Fondazione CRF
Regione Toscana
Institut Français de Florence
Fondazione Scuola di Musica di Fiesole onlus
Estate Fiorentina
Comune di Firenze
Polo Museale della Toscana

***********************

 

FloReMus 2018
Dal 1 al 9 settembre 2018

con la partecipazione degli ensembles Janequin (Francia), Cinquecento (Germania, Belgio, Svizzera, Gran Bretagna, Austria), La Pifarescha (Italia), L’Homme Armé (Italia), e il Duo Inghisciano/Perugi, cornetto e organo (Italia)

Dopo il caloroso successo di pubblico e di critica della I edizione, L’Associazione L’Homme Armé dà vita alla II edizione di FloReMus, Rinascimento Musicale Fiorentino, il primo Festival interamente dedicato alla musica del Rinascimento con un’attenzione particolare a Firenze.

La seconda edizione del Festival sarà incentrata sul repertorio musicale del periodo del passaggio dalla terza Repubblica fiorentina alla definitiva stabilizzazione dei Medici e la creazione del Granducato. Saranno presentate opere particolarmente significative della musica europea di quel periodo, tra le quali: Tua est potentia (eseguito dall’Ensemble L’Homme Armé) un programma dedicato al così detto Codice Medici, il codice musicale che papa Leone X, Giovanni de’ Medici, fece preparare per le nozze del nipote Lorenzo Duca d’Urbino con Madeleine de la Tour d’Auvergne nel 1518; Il banchetto di Bacco e Cupido (eseguito dall’Ensemble Janequin, che festeggerà a Firenze i quarant’anni di attività), dedicato alle svariate forme della chanson francese del tempo; Musica invictissima (eseguito dall’Ensemble Cinquecento, i cui membri provengono da cinque diversi paese europei), un programma incentrato sulle raffinatezze musicali della corte degli Asburgo, e altri due programmi dedicati alle musiche strumentali dello stesso periodo a cura degli ensembles La Pifarescha e del virtuoso del cornetto Andrea Inghisciano.

FloReMus prevede un cartellone di concerti nonché conferenze a carattere divulgativo volte a informare e coinvolgere il pubblico degli appassionati unitamente a un Corso Internazionale di Musica Rinascimentale (anch’esso alla II edizione), che coinvolge studenti, appassionati e quest’anno dedicato anche ai bambini.

FloReMus è anche valorizzazione dei luoghi e delle bellezze del territorio: i concerti si terranno in luoghi della città estremamente rappresentativi del Rinascimento fiorentino come il Museo di San Marco (Piazza San Marco), la Basilica della S.S. Annunziata e la Villa Medicea La Petraia.

Prossimi Eventi

Su questo sito Web utilizziamo i cookie, ossia memorizzano piccoli file sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.